HRC COMMUNITY THINK TANK

welfare

Il Welfare aziendale tra tecnologia e sviluppo:
la parola a Easy Welfare

HRC Community, think tank per le best-in-class practices aziendali in tema di innovazione, presenta oggi un’istantanea dedicata allo sviluppo ed alla diffusione del welfare, tema che oggi sta guadagnando la vetta dell’agenda dei benefit aziendali (non solo lato grandi e medio-grandi imprese, ma anche rispetto al fronte pmi), proposta dal CEO&Founder di Easy Welfare Federico Isenburg. Al centro dell’intervista, i trend imperanti nell’immediato futuro del people caring e le soluzioni ad hoc, la digitalizzazione e le nuove tecnologie user friendly, in una dettagliata disamina con focus previsionale su quanto il Welfare Aziendale stia diventando “qualcosa di concreto e tangibile, tecnologia e sviluppo.” Perché “la digitalizzazione è il futuro di questo mercato, capace di portare vantaggi concreti a tutti.”

Quale sarà il trend imperante nell’immediato futuro del Welfare?

Negli ultimi anni il Welfare Aziendale si sta diffondendo in maniera veramente significativa. A seguito delle recenti novità normative si è verificata un’elevata apertura del mercato, nell’ultimo anno abbiamo acquisito più di 200 nuove aziende clienti: oltre alle grandi e medie imprese, anche le PMI si sono dimostrate decisamente interessate ai piani di Flexible Benefits.

Il Welfare Aziendale ha allargato i suoi orizzonti abbracciando alcune categorie di lavoratori con contratto CCNL (Contratto Collettivo Nazionale di Lavoro): ad inaugurare questo fenomeno sono stati i Metalmeccanici che, dal 1° giugno 2017, hanno diritto ad un importo Welfare pari a 100€ messo a disposizione dalla propria azienda. L’accordo prevede un importo crescente per tutto il triennio 2017-2019: nel 2018 si salirà a 150€ per poi arrivare nel 2019 a 200€.

Dopo il CCNL del settore Metalmeccanico, anche il contratto collettivo degli Orafi e Argentieri ha previsto una quota da dedicare al Welfare: dopo l’ipotesi di accordo siglata a maggio 2017 e il via libera arrivato dalle assemblee dei lavoratori, è stato firmato il nuovo CCNL valido per gli orafi, argentieri e gioiellieri. E, anche in questo caso, l’accordo è valido per un triennio con un importo crescente. La novità più recente, invece, ha interessato il CCNL Telecomunicazioni, per il quale, nell’anno 2018, è prevista l’erogazione di 120€ in servizi Welfare, usufruibili per diversi “Flexible Benefits”.

Per fronteggiare tutte queste novità, abbiamo creato delle soluzioni ad hoc. A seguito dei cambiamenti normativi che recentemente hanno investito il settore – e grazie alla diffusione della conoscenza dell’importanza del Welfare Aziendale come strumento fondamentale per imprese e dipendenti – prevediamo un ulteriore aumento di realtà impegnate su questo fronte.

La tendenza alla personalizzazione è destinata a svilupparsi ulteriormente o si verificheranno cambi di fronte?

La digitalizzazione e la tecnologia sono elementi fondamentali nel settore del Welfare Aziendale: Easy Welfare, che da sempre crede nell’innovazione come un elemento imprescindibile, ha puntato sullo sviluppo di una piattaforma “user friendly” che consente al dipendente di utilizzare la propria quota benefit selezionando il servizio desiderato. Crediamo che la semplicità e la rapidità di fruizione dei servizi siano assolutamente da non sottovalutare, in quanto il dipendente – ovvero l’utilizzatore finale del nostro prodotto – ha bisogno di meccanismi di facile gestione.

Il dipendente può accedere facilmente alla piattaforma – tramite un username ed una password – e trovare il suo credito residuo da spendere a seconda delle sue esigenze.

In questo modo il Welfare Aziendale diventa qualcosa di concreto e tangibile, diventa tecnologia e sviluppo. La digitalizzazione è il futuro di questo mercato, capace di portare vantaggi concreti a tutti.

Certificato 9001:2015 SQSCertificato IQNet © 2004-2018 HRCommunity Academy S.r.l.
Privacy Policy | Termini e condizioni | Credits

Top
Follow us:             HRG